Pistilli e Associati > Scuola  > Scuola riconoscimento intera anzianità ai fini Giuridici ed Economici compreso servizio precario, preruolo e paritaria

Scuola riconoscimento intera anzianità ai fini Giuridici ed Economici compreso servizio precario, preruolo e paritaria

maestra riconoscimento anzianita carriera

Scuola riconoscimento intera anzianità

Il Ministero Istruzione Università e Ricerca non riconosce ai lavoratori della scuola a tempo determinato , e quindi ai precari, alcuno scatto di anzianità, per cui docenti e ATA lavorano sempre a scatto zero.

Al momento della ricostruzione di carriera, poi, il MIUR riconosce il servizio di preruolo soltanto parzialmente, detraendo un terzo del servizio eccedente i quattro anni; ed ancora una volta docenti e ATA subisocno una illegittima detrazione del proprio stipendio per il mancato riconoscimento del servizio prestato in virtù di contratti a tempo determinato.

Per tutti i lavoratori, docenti e ATA, precari od in ruolo, quindi, si chiede l’integrale riconoscimento del servizioprestato alle dipendente del MIUR e per Istituti paritari e quindi dell’intera anzianità maturata, ai fini giuridici ed economici,con effetto retributivo e contributivo.

maestra riconoscimento anzianita carriera

maestra riconoscimento anzianita carriera. Foto credit: BBC

Scuola: riconoscimento intera anzianità

Si chiede, infatti, l’esatto inquadramento del lavoratore in virtù del raggiungimento dello scaglione al tempo previsto (e quindi se possibile anche con il miglior inquadramento di cui al CCNL previgente)  ed il pagamento delle differenze retributive maturate sugli stipendi percepiti da precario e sul recupero di tutti gli anni di preruolo in sede di ricostruzione di carriera.

Ciò anche in quanto il CCNL attuale non riconosce lo scatto al terzo anno, scatto che invece può essere richiesto da migliaia di lavoratori entrati in ruolo dal 2011 in poi.

Ogni situazione merita, pertanto, una specifica disamina, in quanto bisogna verificare l’esatta anzianità che la normativa europea riconosce e verificare il diritto caso per caso allo scatto secondo il miglior trattamento del precedente CCNL.

Il lavoratore, che conferirà il mandato processuale secondo la normativa processuale e deontologica in materia di verifica dell’autenticità di firma, al fine di ricevere una consulenza in materia dovrà consegnare quindi copia:

  • dei documenti attestanti il servizio preruolo (MIUR o paritaria), anche tramite dichiarazione dei servizi che è stata allegata alla domanda di ricostruzione di carriera;
  •  del contratto di ruolo;
  •  del decreto di ricostruzione di carriera
  •  ultimo o recente cedolino