Pistilli e Associati > Avv. Massimo Pistilli
massimo-pistilli

Avv. Massimo Pistilli

Laureato in giurisprudenza all’Università di Roma, La Sapienza, e diplomato alla Scuola Forense dell’Università Roma 2 di Tor Vergata, nei primi anni della professione è stato vice Procuratore onorario presso la Procura della Repubblica di Viterbo.

Nella seconda metà degli anni ’90 si è occupato di diritto commerciale e penale commerciale.
Attualmente è abilitato al patrocinio dinanzi la Corte di Cassazione e le Magistrature Superiori.

Fin dall’inizio della professione e a tutt’oggi ha operato con competenze specialistiche nella materia del diritto del lavoro e della previdenza sociale.
In ambito di previdenza e assistenza sociale è legale di riferimento di numerose categoriedella UIL nell’ambito del Pubblico Impiego (Scuola, Sanità, Enti Locali, Stato e Parastato) e dei datori di lavoro di rilevanti dimensioni (Poste, Istituti di Credito, Trasporti), svolgendo attività di patrocinio dinanzi numerosi Uffici Giudiziari italiani; In particolare è legale della UIL Federazione Poteri Locali.

È noto per aver dato inizio, nel 2006, ai due contenziosi dei lavoratori precari della scuola che sono, ormai, il più grande contenzioso – in termini numerici – del diritto del lavoro italiano; si tratta, specificamente, delle azioni di accertamento della illegittimità dei termini apposti ai contratti di lavoro, e di riconoscimento della progressione economica in favore dei lavoratori precari della scuola.

È legale di riferimento della Confederazione delle Cooperative (Confcooperative) nella Provincia di Viterbo; conseguentemente, svolge attività di difesa giudiziale e di consulenza stragiudiziale in materia di diritto degli appalti e dei contratti pubblici, della cooperazione e dei consorzi, del diritto societario cooperativo, del diritto civile negoziale.

Fin dall’inizio dela sua carriera ha difeso l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti della Tuscia.

Ha patrocinato in numerosi processi penali quale legale di associazioni di tutela dell’ambiente, quali, tra le altre, Legambiente e Associazione Kronos, della quale è legale di riferimento nazionale.
Per esse si è occupato e si occupa di questioni riguardanti il difficile rapporto tra le attività produttive e la tutela della salute e dell’ambiente.
Per le associazioni ambientali e per il Comitato dell’Acqua Potabile difende gli utenti in relazione alla distribuzione di acqua potabile con elevate concentrazioni di arsenico.
Ha svolto attività a titolo gratuito per i servizi sociali del distretto VT 4, specie in favore di minori vittime di reati.

E’ socio fondatore della Fondazione Caffeina Cultura Onlus.