Pistilli e Associati > Articles posted by Debora Cantori

L’ indennità di amministrazione è dovuta anche in caso di contratti brevi e saltuari

indennità di amministrazione

L' indennità di amministrazione è dovuta anche in caso di contratti brevi e saltuari, anche nel caso della retribuzione di personale ATA e amministrativo scolastico. Ma andiamo per ordine: l' indennità di amministrazione di cui all'art. 34, comma 2, lett. b, del CCNL 16 maggio 1995, fa parte del trattamento accessorio retributivo del personale amministrativo e ausiliario scolastico. Riconosciuta con il codice 667 sul portale Noipa, deve essere corrisposta anche nel caso di prestazioni brevi e saltuarie, dunque con sporadica contrattualizzazione. Questa distinzione nell'esecuzione della prestazione, infatti, non può in alcun modo incidere sulle voci retributive riconosciute ai lavoratori, che non possono...

Continue reading

Retribuzione professionale docenti: dovuta anche al lavoratore con prestazioni saltuarie e temporanee

Docenti precari

L’uguaglianza del trattamento economico dei docenti della scuola a prescindere dalla stabilità del rapporto di lavoro: La retribuzione professionale docenti è dovuta anche al lavoratore con prestazioni saltuarie e temporanee. In questo articolo trattiamo il tema della Retribuzione Professionale Docenti, spiegando i motivi per cui è dovuta anche al lavoratore con prestazioni saltuarie e temporanee. Che il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca abbia negli anni perpetrato discriminazioni economiche e di trattamento tra i docenti in ruolo ed i professori chiamati per le sole sostituzioni saltuarie o temporanee, non è di certo un mistero né una novità agli occhi di chi legge. Finalmente, dopo innumerevoli ricorsi presentati...

Continue reading

La limitazione della procedibilità della domanda nella nuova legge sulla responsabilità medica 8 marzo 2017, n. 24 (cd. legge Gelli-Bianco)

Nuove condizioni di procedibilità della domanda giudiziale di risarcimento del danno da reato a confronto. La nuova disciplina della responsabilità medica, contenuta nella legge 8 marzo 2017, n. 24 (cd. legge Gelli-Bianco), ha inserito nell'ordinamento una forma innovativa di giurisdizione condizionata, ovverosia un’ipotesi ulteriore di limitazione della procedibilità della domanda giudiziale, subordinata al previo tentativo di composizione stragiudiziale. In considerazione del carico di arretrato che pende sulla giustizia italiana e dei ritardi che questo comporta nella definizione delle controversie, il legislatore cerca ormai da anni di valorizzare gli strumenti alternativi (più correttamente definibili stragiudiziali) di composizione della lite (c.d. ADR) con la...

Continue reading