La storia

Come nasce lo Studio Pistilli, Reho & Associati
a

Attivi nel Foro dal 1994, a seguire una duratura collaborazione professionale sinergica tra gli avv.ti Massimo Pistilli e Stefania Reho, nel 2011 nasce lo Studio Legale Pistilli Reho & Associati, associazione professionale tra avvocati, che svolge attività professionale di difesa giudiziale e consulenza stragiudiziale a livello nazionale, avvalendosi anche degli studi professionali dei colleghi presso cui si elegge domicilio.

Collabora con lo Studio uno staff di professionisti e consulenti al fine di assicurare al meglio i diritti degli assistiti.

L’attività dello Studio si rivolge, particolarmente, agli ambiti del lavoro, della cooperazione, della pubblica amministrazione, con vocazione alla tutela dei lavoratori, dei pensionati, delle cooperative e dei cooperatori, delle persone diversamente abili, delle associazioni ambientaliste, dei consorzi artigiani e degli imprenditori artigiani ad essi consorziati, delle associazioni del terzo settore.

Pur consapevoli della necessità di competenze approfondite e aggiornamento continuo che comportano approcci specialistici, i professionisti dello studio – in altrettanta consapevole controtendenza – ritengono che la professione forense non possa prescindere neppure da una prospettiva complessiva che sia ispirata ad un approccio multidisciplinare (allargato ad ambiti scientifici anche diversi dal diritto) che riconduca ad una visione olistica, indispensabile per progettare strategie, consulenze, difese.

Cifra distintiva dello studio è, comunque, la lettura del diritto interno in relazione al contesto Europeo in cui vive ormai la società, con il conseguente sempre maggior rilievo (teorico, ma soprattutto pratico) del diritto dell’Unione Europea. E’ inoltre obiettivo strategico professionale dello studio assicurare in ogni ambito il rispetto dei principi (e dei correlativi diritti e interessi che essi assicurano) propri della Carta Europea dei Diritti dell’Uomo.

Non credete agli avvocati quando, nei momenti di sconforto, vi dicono che al mondo non c'è giustizia. Avv. Pietro Calamandrei